massimo binelli

BUSINESS E SPORT COACH

Il Blog di MB

Pillole di Coaching

Consapevolezza

Come controllare la distrazione (Consapevolezza, Attenzione e Concentrazione)
Pubblicato in Crescita Sportiva

La Pillola 3 del mio libro “Atleta Vincente” e la terza sessione del videocorso AtletaVincente.com sono dedicate a tre parole chiave, fondamentali per costruire una solida potenza mentale: consapevolezza, attenzione e concentrazione. Spiego che grazie al processo della consapevolezza ci manteniamo saldamente nel presente, utilizziamo il filtro dell’attenzione per setacciare le informazioni che ci bersagliano da ogni fronte, e le organizziamo tramite la concentrazione per tradurle nella migliore azione possibile. Tutto parte dalla percezione del “qui e ora”, una condizione di presenza mentale che potenzia la nostra intenzione di prestare attenzione alle cose che riteniamo importanti in quel preciso momento. È un meccanismo quasi perfetto che, purtroppo, ogni tanto si inceppa, sempre sul più bello, e taac!, subentra la distrazione. Possiamo controllare anche la distrazione?

Come vincere la paura di essere felici (Restiamo ancorati al presente)
Pubblicato in Crescita Personale

Sono trascorsi alcuni mesi dallo scoppio della pandemia da Covid-19 che ci ha costretto a riorganizzare i nostri modelli di vita e di comportamento e a riformulare i nostri schemi di pensiero. Un attimo prima ci sentivamo capaci di raggiungere le vette più alte della felicità e un attimo dopo abbiamo sperimentato la paura, abbiamo scoperto che forse stavamo volando troppo in alto e il terrore di precipitare, di perdere tutto, ci ha paralizzato. Da quel momento è subentrata la paura della felicità, è come se non ci fossimo più sentiti “in diritto” di essere felici. Da “sopravvissuti”, abbiamo scoperto, si fa per dire, che la vita può davvero terminare improvvisamente, senza preavviso, a causa di un microscopico nemico invisibile che si è preso gioco di noi. Noi, gli esseri viventi più intelligenti dell’universo noto ed esplorato, sconfitti da una forma di intelligenza primitiva, più furba di tutte le meraviglie tecnologiche concepite da un umano. Come si supera questo impalpabile senso di fragilità?

Scarsità e abbondanza (Tieni il focus su quello che hai, non su quello che ti manca)
Pubblicato in Crescita Personale

Nel mio libro “Atleta Vincente”, un manuale pratico di strategie e tecniche per puntare all’eccellenza anche nella vita, non soltanto nello sport, a proposito delle varie forme in cui si manifesta il pensiero negativo, parlo di “scarsità”, più che di “pessimismo” (tema già trattato nella Pillola 129). Per nutrire la mente di pensieri positivi, che evocano scenari ed emozioni altrettanto positive, occorre trasformare la “scarsità” in “abbondanza”. La Formula CCCP, spiegata nella prima sessione del videocorso AtletaVincente.com e nella Pillola 1 del libro, è il metodo più rapido ed efficace, per raggiungere lo scopo “in emergenza”, tuttavia, se intendiamo scoprire i veri motivi per cui si attiva questo filtro molto potente, con il quale setacciamo la realtà sulla base di quello che ci manca, occorre agire più in profondità.

Come trasformare un desiderio in obiettivo (Perché fare o non fare qualcosa)
Pubblicato in Crescita Personale

Perché lo fai?”. Sì, lo so, è il titolo di una canzone che Marco Masini ha sfornato quasi trent’anni fa, ma qui mi riferisco a tutt’altra musica. Ti sei mai chiesto veramente perché fai quello che FAI o perché NON FAI ciò che dovresti fare? LO FAI per abitudine, per noia, per senso del dovere, per necessità, perché non sai dire di no? Oppure NON LO FAI per paura, per mancanza di fiducia, per rassegnazione, per… aggiungi tu tutti i motivi per cui non fai quello che vorresti o potresti fare. Vuoi scoprire la “magia” del perché?

Come aumentare la tua “Potenza” (Dal Rombo Tuonante al Sibilo… Vincente)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Nella Pillola 157 avevo messo simpaticamente a confronto un V8 Ferrari con un motore Tesla e ne era venuta fuori una metafora molto… potente! Se te la sei persa, ti invito a rivederla. Ebbene, dopo la prova in pista (quella di 400 metri, dove soffro sapendo di soffrire tutte le volte che affronto il Giro della Morte), che mi fu di ispirazione, oggi ne faremo un’altra molto speciale, questa volta però su strada, e proprio su una Tesla!

Sicurezza interna e sicurezza esterna (Il concetto di ‘fallimento’ non esiste)
Pubblicato in Crescita Personale

Nella Pillola 159 ho parlato delle due facce della Vittoria e della Sconfitta e ho spiegato che entrambe possono essere vissute tanto all’esterno quanto all’interno, dentro di noi. Si tratta di cambiare il livello di osservazione, affinché lo sguardo venga puntato su ciò che abbiamo davanti a noi e non su quello che ci siamo lasciati alle spalle. Anche la Sicurezza può essere Esterna o Interiore, ma prima di affrontare il tema ti rivolgo una domanda: cos’è, per te, la sicurezza?

Le due facce della vittoria e della sconfitta (Tieni sempre il focus sul tuo obiettivo)
Pubblicato in Crescita Sportiva

«Sei consapevole dell’importanza di accettare i fallimenti per continuare a crescere, ossia, per dirla in altre parole, del fatto che per riuscire a vincere bisogna saper perdere?». È questa la “domanda da cento pistole” a cui dovrai rispondere una volta arrivato alla Pillola 11 del mio libro “Atleta Vincente”. Il capitolo, che ti fornisce gli strumenti per imparare ad accettare gli insuccessi, si apre con queste parole: «Il giorno in cui considererai una sconfitta come un’opportunità di rinascita, potrai dire di essere diventato un Atleta Vincente, perché per vincere prima di tutto bisogna saper perdere». Vittoria e Sconfitta (e scrivo entrambe con l’iniziale maiuscola), tuttavia hanno due facce, o meglio: sono le due facce di una stessa medaglia.

Dentro di te, che "motore" hai? (Complessità, Semplicità, Massimo Rendimento)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Domenica 22 settembre 2019. Siamo in quattro, viaggiamo verso la Svizzera a bordo di un’auto ibrida. Stiamo andando a disputare il XIX Meeting Internazionale Master “Città di Bellinzona”. A un certo punto si accende una discussione che ci accompagnerà fino alla meta: al di là degli aspetti legati all’ecologia e alle invettive di tutte le Grete Thunberg del pianeta, è meglio il rombante V8 Ferrari, nominato per tre anni consecutivi miglior motore al mondo agli “International Engine of the Year Awards”, oppure il sibilante motore Tesla? Questo il dilemma. Il confronto non era tanto sulla potenza, sulla coppia o sull’accelerazione delle vetture su cui sono montati, praticamente equivalenti, ma sull’affidabilità. E mentre in due si scannavano amabilmente, nella mia testa prendeva vita questa Pillola.

Affronta ogni allenamento come se fosse la tua gara più importante (Regola Vincente)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Ho già trattato il tema della “solitudine” dell’Atleta Vincente nella Pillola 106. Dicevo che il senso di isolamento provato da un atleta che pratica uno sport individuale aumenta al crescere del suo livello di prestazione. Avevo anche citato le parole del grande Pietro Mennea, che in un’intervista del 2012 ricordava delle sue vacanze di Natale e Pasqua trascorse «da solo» al centro federale di Formia. Torno sull’argomento perché, come ben spiegava la Freccia del Sud, la condizione di solitudine in cui si ritrova un campione pian piano diventa uno stile di vita, però in allenamento, se non si hanno degli sparring partner con cui lavorare, per evitare cali di prestazione occorre inventare delle soluzioni creative.

Come passare dalla rigidità alla flessibilità emotiva (Vivi con intenzione)
Pubblicato in Crescita Personale

Non ti sorprende, se ti dico che tutte le decisioni che prendiamo sono condizionate dalle emozioni che viviamo in quel dato momento, e che soltanto dopo proviamo a spiegare le nostre scelte con la razionalità, giusto? Non a caso si parla di “primato del cervello affettivo su quello cognitivo”, perché «le emozioni accadono», come insegna lo psicologo statunitense Paul Ekman, pioniere nelle ricerche sulle emozioni, ovvero, non possiamo essere noi a scegliere quali provare. Possiamo però migliorare la nostra consapevolezza riguardo alle emozioni, ma per farlo occorre diventare “flessibili”. Come si fa?

Pagina 1 di 5

© 2020 - Massimo Binelli - EvaBet srl - Partita Iva 01245020456

Informativa sulla Privacy