massimo binelli

BUSINESS E SPORT COACH

Il Blog di MB

Pillole di Coaching

Successo

Gli omega 3: un Integratore… Vincente (Cuore e cervello in piena forma)
Pubblicato in Editoriali di MB

Il primo luglio 2020 ho aperto la mia “Zona Vincente”. Come ho già spiegato in questa Pillola, si tratta di una linea di integratori realizzati con ingredienti di elevatissima qualità, pensati per l’eccellenza delle prestazioni. L’idea di entrare nel mondo dell’integrazione alimentare è maturata nel corso degli anni, perché quasi tutti gli atleti che hanno affrontato il metodo di allenamento mentale “Atleta Vincente”, tramite il videocorso AtletaVincente.com oppure direttamente con me, grazie al PerCorso di Sport Coaching Top, prima o dopo mi hanno chiesto indicazioni sull’uso corretto degli integratori, immaginando che potessi farlo in virtù della mia esperienza personale. Un bel giorno, non potendone più di continuare a segnalare questo o quell’articolo, più o meno blasonato che fosse, ho deciso che era giunto il momento di fare il salto di qualità, sviluppando, producendo e vendendo, senza intermediari, integratori specifici e innovativi. I riscontri diretti e le recensioni ricevute tramite il sito ZonaVincente.com sono a dir poco commoventi, ma dall’analisi dei dati di vendita dei primi 25 giorni di attività è emerso un fatto che mi ha letteralmente spiazzato: il nome dell’integratore in cima alla lista dei prodotti più venduti!

La “Zona” dell’Atleta Vincente (Integratori per l’eccellenza delle prestazioni sportive)
Pubblicato in Sport

Nel mio libro “Atleta Vincente”, ormai diventato un bestseller (e al proposito ti ricordo che puoi averlo in omaggio, con la mia dedica, tramite il videocorso AtletaVincente.com), affermo che le strategie e le tecniche per diventare campioni nello sport e nella vita, condensate in 47 Pillole di Coaching, le ho sperimentate e messe a punto in oltre 35 anni di esperienza, tra sport e professione, e continuo a perfezionarle giorno dopo giorno. Anche il progetto “Zona Vincente” è frutto di un duro lavoro. Sono stati necessari anni di ricerca, infatti, perché la mia idea iniziale di sviluppare prodotti con caratteristiche uniche era una sfida al limite dell’impossibile…

L’alimentazione dell’Atleta Vincente (Come nutrirsi per affrontare gare di resistenza)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Ho già parlato di alimentazione nella Pillola 128. Torno sul tema perché da quando ho sfornato la Pillola a oggi sono stato contattato da centinaia di atleti che mi hanno chiesto “consigli” su come potenziare le loro prestazioni migliorando l’alimentazione. Ribadisco che non sono un medico nutrizionista, quindi il mio livello di osservazione era all’epoca e resta oggi quello dei principi di base dell’“educazione alimentare”, quelle regole fondamentali che ogni atleta e, più in generale, ogni persona dovrebbe conoscere.

Sport e divertimento (Sorridi e Semplifica, e il Successo arriva Senza Sforzo)
Pubblicato in Crescita Sportiva

«Massimo, parlaci dell’amore per il gioco. Ovvero, la differenza tra l’amore per il gioco e l’aggressività negativa o inutile». È il suggerimento che ho trovato tra i commenti alla Pillola 157, che accolgo con piacere, anche perché il “sano divertimento” è un mio cavallo di battaglia. Quando spiego la tecnica della bolla di energia, per esempio, dico che arrabbiarsi, essere aggressivi e, in senso lato, pensare a cose che non fanno parte del presente la fa scoppiare. Per conservarla integra per tutto il tempo necessario occorre mantenere la calma e la fiducia, ovverosia «è fondamentale abbandonare la rabbia e il nervosismo e avere un atteggiamento sorridente e sereno, perché un atleta, di qualunque livello, gode di quel che fa». Non è forse vero che i praticanti delle discipline sportive più ricche e seguite sono dei “giocatori”? Giocatori di calcio, giocatori di rugby, giocatori di tennis, giocatori di golf… Che equilibrio deve crearsi, dunque, tra gioco e agonismo?

«Gli allenamenti, la chiave di tutto» (Il successo è figlio del duro lavoro)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Il titolo di questa Pillola l’ho preso in prestito dal sesto capitolo di “Inseguendo Bolt”, libro di Pietro Mennea scritto in collaborazione con l’amico Daniele Menarini, condirettore del mensile “Correre”, uscito nel settembre del 2012, pochi mesi prima della scomparsa della Freccia del Sud. Mennea cita testualmente Usain Bolt, là dove parla del suo coach e lo considera «il migliore allenatore del mondo, un ottimo stratega e un grande motivatore». Non c’è dubbio, infatti, che Glen Mills, questo è il suo nome, sia l’artefice dei due record stratosferici del Fulmine della Giamaica, il 9.58 nei 100 metri e il 19.19 nei 200 metri, tempi che molto probabilmente resisteranno ben più dei 17 anni lungo i quali il 19.72 fatto segnare da Mennea nel 1979 (tuttora record europeo) è rimasto inviolato. Nelle parole di Bolt è possibile ritrovare gli ingredienti della mia Formula dell’Atleta Vincente

Un metronomo per raggiungere i tuoi obiettivi (Impara l’arte della pazienza)
Pubblicato in Crescita Personale

Quand’ero un ragazzino, quindi non molto tempo fa, mi ero messo in testa di imparare a suonare la chitarra. Era l’epoca delle grigliate selvagge in collina, dei fuochi notturni in spiaggia e delle mega feste tra amici, dove immancabilmente chi portava la chitarra e iniziava a strimpellare “Sapore di sale” o “Il gatto e la volpe”, classiche canzonette da Giro di Do che si imparavano in mezzora, attirava le ragazze come il miele attira le api. Avevo fatto il diavolo a quattro, finché la mamma, per la sua salute mentale più che per il mio bene, aveva capitolato. Di lì a poco avevo tra le mani una dignitosissima Eko con corde in nylon. Sono diventato un emulo di Santana?

Le trappole del pensiero positivo (Il pensiero negativo è nel nostro DNA)
Pubblicato in Crescita Personale

“Il mental caoch è di nuovo impazzito!”. Sì, lo so che l’hai pensato ancora, dopo l’invito a far pace con i tuoi pensieri negativi che ti ho rivolto qualche Pillola fa. Niente panico: anche questa volta non sto rinnegando me stesso e non ho avuto rivelazioni mistiche. Ho soltanto deciso di darti un altro spunto di riflessione per affrontare la lotta estenuante e senza fine contro i pensieri negativi.

Punta la sveglia alle cinque (Un’ora sacra per cambiare la tua vita)
Pubblicato in Crescita Personale

Hai mille sogni nel cassetto ma non riesci a tirarne fuori nemmeno uno; ogni nuovo giorno è la fotocopia del giorno precedente; ogni nuovo anno è la fotocopia dell’anno precedente. Ti senti come un criceto che corre sulla ruota. Vorresti cambiare, dare una svolta alla tua vita, aumentare il tuo benessere, in una sola parola: migliorare, ma ogni giorno continui a fare le solite cose… Come sto andando? Ti riconosci in questo profilo? Se stai leggendo le mie Pillole, vuol dire che la crescita personale ha attirato la tua attenzione, quindi ti sarà capitato almeno una volta di trovare il noto aforisma di Warren G. Bennis: «Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai a ottenere quello che hai sempre ottenuto», non è così? Siccome saprai anche che il cambiamento parte dalle piccole cose, non dalle rivoluzioni, da domani punta la sveglia alle cinque, e non me ne volere se fai il fornaio e già ti alzi alle tre!

Fai pace con i tuoi pensieri negativi (Usa la forza del nemico a tuo favore)
Pubblicato in Crescita Personale

“Il mental coach è impazzito!”. Sì, lo so che l’hai pensato, e mi spiace se ti ho fatto andare il boccone di traverso, dopo tutti i predicozzi sull’importanza di modificare all’istante i pensieri negativi per farli diventare positivi. Al proposito ti ricordo che il “pensiero positivo” è il primo pilastro su cui poggia il mio percorso di allenamento mentale per migliorare nello sport e nella vita, trattato nella prima sessione del videocorso AtletaVincente.com e nella Pillola 1 del mio libro “Atleta Vincente”. Dunque sto rinnegando me stesso? Ho forse avuto qualche rivelazione mistica? Niente di tutto questo…

Come si fa a dare sempre il 100 per 100 (Superare la soglia del dolore)
Pubblicato in Sport

Nella Pillola 124 ho affrontato il tema della responsabilità personale che cancella gli alibi e che consente di sviluppare l’atteggiamento del “gareggiare per vincere perché non si ha nulla da perdere” (Regola 6). Gareggiare per vincere significa possedere la piena consapevolezza dei punti di forza individuali e restare concentrati sulle proprie sensazioni, vivendo la fase agonistica all’interno della bolla come un momento di godimento puro. In questa condizione di massima attivazione agonistica, un atleta dovrebbe riuscire a dare il 100 per 100, ma non sempre ci riesce.

Pagina 1 di 4

© 2020 - Massimo Binelli - EvaBet srl - Partita Iva 01245020456

Informativa sulla Privacy